marchionne-930942.jpgCi sono persone che incidono nella vita politica, economica e culturale del paese. Ci sono persone,queste persone, che con il loro modus operandi decidono i destini di un paese e dei suoi cittadini. Ci sono persone che quando bisogna giudicarle le si giudica nel suo complesso, senza fare distinzioni. Marchionne è una di questi. Trovo triste chi nel giudicarlo scinde la sua figura in due, sia chiaro, trovo anche triste chi festeggia la sua morte, ma non si può per certe persone che hanno avuto un grosso impatto nel paese( e non solo) scindere il giudizio in compartimenti stagni. Vi immaginate, estremizzando con un esempio comprensibile per qualsiasi paramecio, di porre un giudizio su Adolf Hitler come pittore senza giudicare anche l’ altra parte del suo vissuto, il dittatore, il leader politico?!?!Vi immaginate di dare un giudizio a Mussolini solamente come giornalista e non anche come politico e dittatore? O ancora, immaginate di dare un giudizio su Martin Luther King come semplice religioso e non come leader di un movimento per i diritti civili?!?! Il cosiddetto uomo pubblico è sopratutto questo. L’ essere giudicato a tutto tondo. Poi sta a chi giudica dare il peso del giudizio. A me del Marchionne sofferente nel letto poco o nulla mi interessa, provo la stessa pietas che si prova nei confronti di qualsiasi moribondo. A me interessa dare un giudizio nei confronti del Marchionne manager, dell’ instancabile AD che ha reso un’ azienda che produceva auto in una holding speculativa finanziaria, a me interessa giudicare l’ infaticabile AD Marchionne che ha più che dimezzato la classe lavoratrice di Fiat in Italia e che ha dislocato la produzione in paesi come la Serbia o la Polonia. A me interessa giudicare instancabile amministratore delegato che ha deciso di USCIRE DA CONFINDUSTRIA E DI PORTARE LA SEDE CENTRALE A DETROIT E LA SEDE FISCALE IN OLANDA.
Questo è quello che voglio giudicare, l’ infaticabile e instancabile manager che se tra un taglio di personale e un decentramento di azienda avesse pensato alla sua salute come ha pensato ad accumulare potere e denaro, forse oggi non si troverebbe in fin di vita. Ma il denaro non dorme mai è il buon SERGIO lo sa.  

#mastropensiero

 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...