100 anni dopo, cosa rimane?

 

“Aderire o non aderire?
La questione non si pone per me.
È la mia rivoluzione.”
(Ottobre, Vladimir Majakovskij)

Cosa rimane di quel 7 Novembre di 100 anni fa? Cosa rimane di quell’ assalto al cielo? Cosa rimane di quella stupenda utopia?
Ho riflettuto molto su queste domande in questi giorni, penso, senza ombra di dubbio, che di quella esperienza rimangano due elementi essenziali che sono la base della volontà del cambiamento radicale. Questi elementi sono senza dubbio la speranza e la lungimiranza. Questi due elementi sono stati la base sulla quale si è poi costruito tutti gli eventi che hanno portato alla presa del potere.
Ecco cosa rimane 100 anni dopo di quella storia.
Oggi,100 anni dopo, quegli uomini e quelle donne ci dicono che ad ogni sconfitta non bisogna arrendersi ma capire dove si è sbagliato per ritentare l’ assalto al cielo. Quelle storie ci raccontano la capacità di tante storie di farsi un unico popolo, un unica voce e tentare ciò che prima sembrava impossibile.
E allora, sentiamo vive e attuali quelle storie che ad un secolo di distanza ci indicano che nulla è impossibile per chi si nutre di una lucida speranza per cambiare questo mondo e renderlo un mondo di giusti e di eguali.

100 anni dopo…Buona rivoluzione a tutti/e!

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...