Il voto olandese


Il risultato uscito dalle urne ci rivela alcune spunti di riflessioni molto interessante.
1) Il razzista paura non fa.
Il partito di estrema destra Partij voor de Vrijheid(PVV) non va oltre il 13% e anche se rispetto al 2012 il partito è aumentato nei consensi di circa il 3%. La paura dell’ uomo nero, dello straniero, del diverso non è vincente, almeno in Olanda.
Insomma la tanto temuta vittoria del partito guidato da Geet Wilders non è avvenuta.
Tanto rumore per nulla!
2)I socialdemocratici i veri sconfitti.
Il Partij van de Arbeid (PvdA), il partito di ispirazione socialdemocratica, di centro sinistra (per intenderci l’ omologo del nostro Partito Democratico) è il vero sconfitto da queste elezioni. Perdono il 19% dalle elezioni del 2012 passando dal 24,8% a un misero 5,7% . Il disastro del risultato elettorale ricorda molto il risultato del voto greco dove il PvdA veste i panni del suo omologo greco, Pasok.
Insomma l’ ennesimo partito socialdemocratico europeo a pezzi dopo il risultato elettorale. Forse sarebbe opportuno in Europa, come in tutto il cosiddetto mondo occidentale,ripensare ad un nuovo modello di centro-sinistra visto che il modello socialdemocratico è ufficialmente in crisi. Finito? Forse. Gli altri partiti socialdemocratici sono avvisati. Il partito socialista francese e quello tedesco, potrebbero essere I prossimi.
3)C’è destra e destra.
Il Volkspartij voor Vrijheid en Democratie (VVD) si conferma il primo partito anche a questo turno elettorale. Perde circa il 5% dei voti passando da un 26,5% al 21,3% a livello di rappresentanti in aula perde circa 8 rappresentanti. Poco male, perchè il partito del premier uscente Mark Rutte ha comunque i voti per poter formare un governo con altri partiti senza l’ aiuto del Pvv di Wilders. Il VVD è un partito di centro-destra di stampo liberale conservatore, europeista, antixenofobo, liberal dal punto di vista dei diritti della persona. Insomma un partito di destra impossibile qui in Italia, dove la destra e gli italiani( per usare alcune parole di Montanelli) “Non sanno andare a destra senza finire nel manganello”.
4)La vera sorpresa.
Altro che i nazisti dell’ Illinois o gli xenofobi di Utrecht, la bella sorpresa arriva da sinistra. Mentre tutti i media europei erano concentrati sul partito di destra di Wilders, pochi, se non quasi nessuno aveva capito invece che lo spostamento dei voti del popolo olandese non era a destra ma a sinistra. Un vero è proprio boom di successi per i partiti posti a sinistra PvdA. Parliamo di tre partiti in particolare. GroenLinks(Sinistra Verde) un partito di stampo di stampo ecosocialista, passato dal 2% delle precedenti elezioni al 8%, riuscendo a conquistare seggi importanti come quello di Amsterdam. Confermano il loro buon risultato il Socialistische Partij (Partito Socialista, conosciuto anche come il partito del pomodoro) che rimane sempre sul 9%. Il terzo partito è il Partij voor de Dieren(PvdD, in italiano, partito degli animali) che passa dal 1% a quasi il 4%. A questi partiti dobbiamo segnalarne un quarto,nato da poco tempo che si chiama Denk. La sua particolarità è che è nato da due olandesi di origine turca che dopo aver lasciato il PvdA hanno deciso di fondare un partito fortemente antixenofobo e ambientalista. Alla loro prima elezione questo partito ha ottenuto un modesto 2%. Risultato modesto,certo, ma utile a portare a casa una rappresentanza parlamentare.
In totale tutti questi partiti sommati insieme hanno una rappresentanza parlamentare di 36 rappresentanti. Un corpo di parlamentari non da poco che può incidere in maniera determinante sulla politica del paese.

Insomma, buone notizie dall’ Olanda. Nulla è perduto, per l’ Europa e per la sinistra.

#mastropensiero

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...