Io so……e tu??

Ascoltare o leggere ”Io so” di Pasolini è emozionante, in quel testo Pasolini getta in faccia con grande maestria una verità che tutti gli italiani sapevano ma non avevano il coraggio di dire.Ho riascoltato e riletto varie volte quel testo e ogni volta che ascolti quelle parole ti sembra di ricevere un cazzotto nello stomaco, sembra di ricevere una botta in testa che ti traumatizza al suolo. Un giorno leggendo quei versi dentro di me è scaturito un sussulto,una voce dentro di me mi diceva di agire.Ho subito pensato al “che fare?” ma senza troppo pensarci ho capito che il modo migliore era prendere carta e penna, le parole sono uscite da sole, la mano era una semplice esecutrice di ciò che la mente pensava, per questo è nato il mio IO SO.Nato dal analisi di anni di vita vissuta, molto spesso con tanta passione, con tanta rabbia,con tanta rassegnazione e con tanta voglia di cambiare in nome della verità.

Io so che a 29 anni ti trovi in un momento della tua vita in cui non sei troppo adulto per insegnare ma neanche troppo ragazzino per non capire.

Io so di vivere in un paese che vuole cambiare…..ma con le braccia conserte.

Io so che noi come la Grecia abbiamo inventato la democrazia,lo stato, il diritto, peccato che oggi siano I giovani tunisi a insegnarceli.

Io so che dal ‘45 ad oggi questo paese è stato stuprato a più e più riprese.Stuprato da un potere viscido capace delle peggiori collusioni.

Io so di essere nato a Torino e oggi di vivere al sud e di non sentirmi ne meridionale ne settentrionale ma…..ITALIANO.

Io so che vivere al sud sopratutto ai tempi della crisi è difficile, ed essere un militante comunista lo è ancora di più.

Io so che il miglior discorso sull’ integrazione raziale che ho sentito è stato fatto da mio nonno, asfalttista, classe 1928,quinta elementare che un giorno, ancora bambino vedendo dei marocchini lavorare su di un cantiere al freddo a Torino mentre a mani nude e senza sicurezza si arrampicavano sui ponteggi mi disse:”Vedi anch io da giovane lavoravo così, vedendoli mi viene in mente quando anch io avevo la loro età e lavoravo in quel modo.”

Io so che nessun Mc Donald al mondo può imitare il gusto della focaccia calda degli antichi forni del mio paese.

Io so che le più belle lezioni di storia politica le ho imparate sentendo i racconti degli anziani che riempivano la mia sezione.In quei luoghi ho imparato la dignità, il rispetto e il non levarsi il cappello davanti al padrone.

Io so che è un onore ma anche un compito diffice essere di sinistra e comunista nelle terre di Giuseppe Di Vittorio, Giuseppe Di Vagno e Pasquale Lops.

Io so cosa vuol dire dover consolare un padre di famiglia che viene a cercare lavoro, le sue lacrime, le sue parole dette con rabbia tra I singhiozzi del pianto ti fanno sprofondare in un senso d’ impotenza dal quale devi reagire.

Io so che se vuoi capire che cos’ è il senso di libertà basta andare sulla Murgia.

Io so che oggi, al tempo della crisi anche l’ amore ha un costo, un prezzo e che purtroppo oggi a causa di questo capitalismo in cui pure I sentimenti sono mercificati l’ amore ha I suoi prezzi da dover inevitabilmente pagare.

Io so che io, come molti altri che fanno politica come me, nelle piazze, nelle strade, facendo chilometri con le macchine,volantinando col caldo e col freddo e non prendedo neanche un euro, siamo la più bella risposta a questo vento di antipolitica e a questa classe politica corrotta.

Io so che oggi, in questi tempi bui, ci vuole molto coraggio per andarsene da qui, ma c è ne vuole altretanto nel rimanere!!

Io so ma non capisco perchè se Berlusconi è un vecchio rincoglionito con problemi di demenza senile,di conseguenza va compiatito, I ventenni o I trenntenni che lo seguono di quale disturbo mentale soffrono??

Io so che se voglio andare alle Maldive mi basta andare in Salento!

Io so che una città come Taranto non può morire scegliendo se morire per l’ inquinamento o morire perchè non c è lavoro.

Io so di non volere le scorie radiottive sulla Murgia, le trivelle nel mar Adriatico.

Io so cosa vuol dire quando ti senti dire da tuo padre:”Non posso farti entrare nell’ azienda in cui lavoro perchè non ho I soldi da dare per la tangente e anche se gli avessi non lo farei mai.”

Io so che dopo la pioggia la bellezza del sole che ti riscalda sembra un caldo abbraccio

Io so ma non capisco perchè nella mia città inspiegabilmente si muore di tumore a qualsiasi età, poi però basta che vai in cima alla collina del Castel del Monte e guardando verso Corato inzia a capire che forse le antenne che riempiono il territorio sono un po troppe e che forse non è semplicemente la vita sregolata che noi facciamo come disse il nostro sindaco.

Io so che a Genova nel 2001 vi stavamo avvertendo che questo sistema sarebbe fallito, voi ci avete picchiato,torturato, ucciso ma ora abbiate il coraggio di ammeterlo…..AVEVAMO RAGIONE!!

Io so che passeggiare nel mese di marzo-aprile per le campagne delle mie terre è una gioia per gli occhi con questi rami degli ulivi che si muovono al vento.

Io so cosa vuol dire sentire in piazza un comizio che si conclude:”MOLTI DI VOI QUI HANNO UN DEBITO NEI MIEI CONFRONTI, E’ ARRIVATA L’ ORA DI PAGARE QUESTO DEBITO!!”

Io so che morire democristiani è una cosa orribile, ma non è da meno morire settari.

Io so di aver trovato la dignità e l’ unità di un popolo nella piazza di Puerta del sol a MADRID.

Io so anche che se l’ operaio vuole il figlio dottore, il figlio del dottore sarà un radical chic che offende gli operai perchè non capiscono nulla di Mayakovski e votano Berlusconi, senza capire per non votano a sinistra.

Io so che l’ affetto di un cane è una cosa indescrivibile.

Io so che cosa vuol dire quando ti senti dire da un tuo genitore:”Vedi ad essere comunista cosa succede, che non possiamo andare al sindaco a cercare un favore per farti assumere da qualche parte.”

Io so ma non capisco il nesso di come l’ assessore all’ edilizia pubblica e all’ istruzione del mio paese possa essere assessore provinciale all’ agricoltura, mah!?!?

Io so che dire la verità oggi come oggi ha un peso, un peso forte, forte come un cazzotto nello stomaco, uno schiaffo in faccia,ma molto spesso difficile da comprendere ed è per questo che lotto per la verità.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...